JoomlaStats Internet Browsers

Total Top:
9%FireFox 3.6
8%Safari 6531.22.7
8%Safari 8536.25
7%Opera 9.80
7%Internet Explorer 8.0

JoomlaStats Flags

Top 5:
Unknown flag 28%Unknown (3960)
Italy flag 27%Italy (3786)
United States flag 16%United States (2224)
Ukraine flag 6%Ukraine (902)
Germany flag 5%Germany (738)
13912 visits from 92 countries

Designed by:
SiteGround web hosting Joomla TemplatesJoomla Templates

Programma attività mese Agosto 2011

Oggetto: Programma attività mese Agosto 2011
Data invio: 2011-08-10 17:18:13
Invio #: 6
Contenuto:
e Newsletter
.
1

Programma Uscite mese di Agosto 2011

Carissimi amici ecco qui il programma uscite del team SpeleoAbruzzo per il mese di Agosto 2011

 

Domenica  07 Agosto

Forra del Salinello

Una classica del torrentismo abruzzese.

La Forra del Salinello, o come la chiamano i locali "U bisciò" (la biscia) è un canyon che taglia in due i monti gemelli (montagna di Campli e la montagna dei Fiori).
Il canyon attraversa uno degli angoli più suggestivi del parco nazionale Gran Sasso-Laga e rappresenta uno dei luoghi più selvaggi dell'intero parco.

La proposta d'avventura è il percorso integrale delle gole da Macchia da Sole a Ripe di Civitella, affrontando in totale sicurezza le cascate del Besciò.
E' INDISPENSABILE avere una buona acquaticità: la traversata prevede frequenti attraversamenti di laghi, piccoli tuffi (2 metri max) obbligatori, possibilità di tuffi da altre altezze (in alternativa alla discesa su corda), camminare sul greto del fiume. Durata dell'avventura 6 ore circa

L'organizzazione mette a disposizione: muta da sub, imbragatura, attrezzi di progressione, casco da roccia, scarponcini e calzari in neoprene.
Materiali occorrenti a carico del cliente: guanti da sub (opzionali), costume da bagno (da indossare sotto la muta sub), cambio asciutto completo all'uscita della forra.

COSTO DI PARTECIPAZIONE 35 Euro +10 euro affitto materiali

L'attività si svolgerà con un minimo di 3 partecipanti e sino ad un massimo di 10
termine ultimo iscrizioni 02 Agosto

Ai partecipanti verrà consegnato lo "Speleo diario" un documento personale rilasciato dal Collegio Regionale Abruzzo Guide Speleologiche, attestante le attività svolte ed i corsi praticati.

Nella visita è possibile effettuare fotografie (attenzione forra acquatica, necessaria o macchina impermeabile o bidoncino stagno per trasporto macchina, si sconsiglia vivamente l'uso di macchine reflex)

 

Sabato  13 Agosto

Grotta di Vaccamorta

Splendida risorgenza nel comune di Tornimparte (AQ). Questa uscita è l'ideale per un primo approccio alla speleologia sportiva: la grotta non banale dal punto di vista tecnico e sicuramente altamente remunerativa dal punto di vista scenografico offre in piccolo tutte le difficoltà che uno speleologo si trova ad affrontare  nella pratica speleologica.

In questa uscita proponiamo il percorso sino al lago interno, per una durata della visita di circa 5 ore.
Le difficoltà da affrontare sono piccole strettoie (mai impegnative), arrampicatine in meandro, la risalita di una colata calcitica di circa 10 metri (assicurati dalla guida) e ovviamente come veri speleologi bisogna avere la disponibilità a bagnarsi un po' per vedere un ambiente unico.

L'organizzazione mette a disposizione: tuta protettiva, scarponcini da trekking, cinturone di sicurezza, casco da roccia con lampada a LED, scheda della grotta

Materiale occorrente a carico del cliente: vestiario di protezione termico da indossare sotto la tuta protettiva (Completo in pile o pantalone di felpa-maglione in pile), calzettoni in pile o da trekking, guanti in PVC pesanti o guanti da giardinaggio/gommista, 3 batterie ministilo AAA, cambio asciutto completo all'uscita.

COSTO DI PARTECIPAZIONE 35 Euro +10 euro affitto materiale

L'attività si svolgerà con un minimo di 3 partecipanti e sino ad un massimo di 10
termine ultimo iscrizioni 12 Agosto

Ai partecipanti verrà consegnato lo "Speleo diario" un documento personale rilasciato dal Collegio Regionale Abruzzo Guide Speleologiche, attestante le attività svolte ed i corsi praticati.

Nella visita è possibile effettuare fotografie (attenzione grotta acquatica, necessaria o macchina impermeabile o bidoncino stagno per trasporto macchina, si sconsiglia vivamente l'uso di macchine reflex)

 

Domenica  14 Agosto

Forra del Salinello "i salti del Caccamo"

Alla scoperta del Torrentismo

Le cascate del Salinello rappresentano da sempre un liogo affascinanete e misterioso: facilemnte accessibile sia il suo orlo superiore che la sua vorticosa vasca finale da sempre affascinano gli escursionisti che frequentano la gola del Salinello.

La proposta d'avventura è la discesa dei salti del caccamo, breve ma intensa avventura canyonistica.ltre ad avere una buona acquaticità, bisogna attraversare tre vasche a nuoto, il percorso non richiede nien'altro che la voglia di affrontare in sicurezza l'avventura:le guide accompagnano e eseguono le manovre di discesa nei tre salti di 10, 8 e 16 metri delle cascate.

La proposta prevede la discesa dei salti del Caccamo per la durata indicativa di circa 1 ora 1 ora e 30 minuti.

L'organizzazione mette a disposizione: muta da sub, imbragatura, attrezzi di progressione, casco da roccia, scarponcini e calzari in neoprene.
Materiali occorrenti a carico del cliente: guanti da sub (opzionali), costume da bagno (da indossare sotto la muta sub), cambio asciutto completo all'uscita della forra.

COSTO DI PARTECIPAZIONE 20 Euro

Nella visita è possibile effettuare fotografie (attenzione forra acquatica, necessaria o macchina impermeabile o bidoncino stagno per trasporto macchina, si sconsiglia vivamente l'uso di macchine reflex)

termine ultimo iscrizioni 12 Agosto

 

Sabato 20 Agosto

Forra dell’Avello

La Forra dell’Avello è la regina delle forre abruzzesi, itinerario di superba bellezza selvaggia, permette di visitare con difficoltà poco eccessive uno degli angoli più selvaggi d’Italia.
La forra, nel parco nazionale della Majella, nel comune di Pennapiedimonte (Chieti) è un percorso molto acquatico, con salti di piccola entità, in ambiente maestosamente selvaggio. In alcuni punti le pareti della forra sono alte più di 200 metri e distanti solo pochi metri l’una dall’altra, dando l’esatto significato delle forre come “grotte senza coperchio”.

La proposta d'avventura è il percorso integrale delle gole dai laghetti del Linaro al ponte Avello sulla SS81.
E' INDISPENSABILE avere una buona acquaticità: la traversata prevede frequenti attraversamenti di laghi, piccoli tuffi (2 metri max) obbligatori, possibilità di tuffi da altre altezze (in alternativa alla discesa su corda), camminare sul greto del fiume. Durata dell'avventura 6 ore circa

L'organizzazione mette a disposizione: muta da sub, imbragatura, attrezzi di progressione, casco da roccia, scarponcini e calzari in neoprene.
Materiali occorrenti a carico del cliente: guanti da sub (opzionali), costume da bagno (da indossare sotto la muta sub), cambio asciutto completo all'uscita della forra.

COSTO DI PARTECIPAZIONE 35 Euro + 10  euro affitto materiali

L'attività si svolgerà con un minimo di 3 partecipanti e sino ad un massimo di 10
termine ultimo iscrizioni 18 Agosto

Ai partecipanti verrà consegnato lo "Speleo diario" un documento personale rilasciato dal Collegio Regionale Abruzzo Guide Speleologiche, attestante le attività svolte ed i corsi praticati.

Nella visita è possibile effettuare fotografie (attenzione forra acquatica, necessaria o macchina impermeabile o bidoncino stagno per trasporto macchina, si sconsiglia vivamente l'uso di macchine reflex)

 

Sabato 27 e Domenica 28 Agosto

corso base di utilizzo delle tecniche di progressione in corda in canyon
(Riferimento paragrafo “f” del regolamento per l’accompagnamento Speleologico nella regione Abruzzo adottato dal Collegio Regionale Abruzzo Guide Speleologiche in data 31/03/2010)

Il Corso si propone di fornire agli allievi le nozioni di base per affrontare autonomamente la progressione individuale in canyon sino a difficoltà D (difficile) (3° Livello Difficoltà del CRAGS) in squadre condotte da un Team Leader.

Il Corso consiste in un modulo tecnico di 2 giorni, in un fine settimana, dove il sabato in palestra di roccia (tecniche all’asciutto) vengono illustrate le tecniche di progressione individuale su corda nello svolgimento della pratica del Canyoning, insegnati i segnali standard in uso nel Canyoning (segnali visivi e sonori), i nodi di base, i principi di progressione in squadra in forra (assistenza di base al Team Leader).
Nella giornata di Domenica si percorrerà una forra (scelta al momento sulla base delle condizioni meteo e del livello tecnico degli allievi dimostrato in palestra), ove saranno ripetute in ambiente (progressione acquatica) le manovre già provate in palestra. Facoltativamente saranno fornite le nozioni per effettuare tuffi nella massima sicurezza (tuffi di primo grado, salti massimo di quattro metri con partenza facile e ricezione in vasca ampia).

Prerequisiti:

Normale capacità di muoversi in ambiente montano
Normale acquaticità
Predisposizione all'apprendimento

Il Corso è fondamentalmente diverso da una uscita di accompagnamento, in quanto si tende a privilegiare più l’aspetto formativo dell’allievo, in maniera tale da renderlo, nella sua progressione individuale, autonomo nel percorrere forre via via più difficoltose.

In tale logica il corso base di utilizzo delle tecniche di progressione in corda in canyon è il primo step di un percorso formato inoltre dai seguenti corsi:

  • corso avanzato di utilizzo delle tecniche di progressione in corda in canyon
  • Corso Base di utilizzo delle tecniche di “armo” in grotta e canyon
  • Corso Avanzato di utilizzo delle tecniche di “armo” in grotta e canyon
  • Corso Specialistico di utilizzo delle tecniche di autosoccorso in grotta e canyon
  • Corso specialistico di progressione in acque bianche

 

Il percorso sopraindicato conduce all’apprendimento delle tecniche e affinamento delle capacità individuali per poter divenire Team Leader nella conduzione di gruppi di persone autonome nella loro progressione individuale dal livello “D” (difficile) e nel proseguo della propria attività individuale poter approcciare con metodo e sicurezza alle difficoltà superiori, avendo acquisito tutte le tecniche e sviscerato nello svolgimento dei vari corsi tutte le problematiche inerenti la progressione su corda in ambiente acquatico e la gestione dell’acqua selvaggia.

L'organizzazione mette a disposizione: muta da sub, imbragatura, attrezzi di progressione, casco da roccia, scarponcini e calzari in neoprene.
Materiali occorrenti a carico del cliente: guanti da sub (opzionali), costume da bagno (da indossare sotto la muta sub), coltello da forra (ad esempio modello Spatha misura S della Petzl), cambio asciutto completo all'uscita della forra.

COSTO DI PARTECIPAZIONE 130 Euro

L'attività si svolgerà con un minimo di 3 partecipanti e sino ad un massimo di 8
termine ultimo iscrizioni 18 Agosto

Ai partecipanti verrà consegnato lo "Speleo diario" un documento personale rilasciato dal Collegio Regionale Abruzzo Guide Speleologiche, attestante le attività svolte ed i corsi praticati.

 

Per ogni altra informazione scrivete a info@speleo.abruzzo.it o visitate il sito www.speleo.abruzzo.it

 

Your Subscription:

 

1
.

Powered By Joobi